Conosciuta off line grazie a una cena davvero speciale, Federica mi aveva incuriosita come persona. A lei piaceva il mio vestito, a me il suo: ci siamo piaciute subito. Ma al di là degli occhioni, un ottimo gusto in fatto di moda e i capelli biondi non sapevo molto di lei e così l’ho cercata online scoprendo una ragazza dinamica e solare con i piedi per terra e il desiderio di aiutare gli altri con il fitness. 

No, non il fitness che pensate voi fra palestre e palestrati ma un modo di vivere lo sport e il benessere unico. Dopo aver comprato un suo corso e tastato con mano e sudore quanta professionalità ci sia in lei, ho deciso di intervistarla e svelarvi che dietro ai miei allenamenti c’è lei, il drena&sgonfia e la scheda personalizzata che ha realizzato per le mie esigenze.

informaconfede2

1) Federica: chi sei, cosa fai?

Sono Fede x tutti. 43 candeline. Vivo in una casetta sulle colline dell’Oltrepo Pavese con Brendona, la mia bimba a quattro zampe ed Ale, il mio “fi dannato”.   

2) InformaconFede: quando e come nasce?

Nasce nel 2014, dopo 20 anni di esperienza nel mondo del fitness. Informaconfede è sostanzialmente la Fede che ha deciso di diventare #antipersonaltrainer e di diffondere la sua idea di Homefitness “rilassato” senza esasperazioni! 

Informaconfede allena le ragazze di tutte le età offrendo programmi di allenamenti sia online che a domicilio.

3) Social e sport: cosa pensi del binomio e come lo vivi?

Devo ringraziare il mezzo social per avermi dato la possibilità di conoscere belle persone, professioniste in gamba, donne come te che amano il proprio lavoro e vogliono diffonderlo al meglio e dalle quali io traggo ogni giorno molti insegnamenti. 

Sai Laura, fino all’anno scorso usavo Instagram come una sorta di App per modificare le foto che poi pubblicavo su Facebook. Poi ho capito a cosa servissero gli Hashtag…E mi si è aperto un mondo. Inizialmente avevo anche qualche problema con le stories, perché sono timida, poi fortunatamente il mio lato folle ha prevalso! Evviva! 

4) Lavorare on&off line: raccontaci quali sono le cose che ti piacciono di più e quelle che detesti dei social.

Sui social, cerco di non seguire ciò che mi crea frustrazione. I grandi “guru” del fitness ad esempio. Non vedo nulla di educativo e positivo in loro. Sono esempi per la maggior parte di noi, irraggiungibili e propongono l’attività fisica come una sfida, un traguardo che lascia ferite, lacrime e sudore.

Questo è sbagliato. Il movimento deve rientrare in uno stile di vita sano ed equilibrato, a prescindere dalla prova bikini… Sia allenando online, che vis a vis a domicilio, mi sono resa conto che, esiste un mondo sommerso di ragazze desiderose di allenarsi in maniera semplice e spensierata, ritrovando energia e sorriso!

5) Clienti o allieve. Spiegaci la differenza per te

Cara Laura, le mie sono allieve, anzi “antiallieve” (#antipersonaltrainer) probabilmente addirittura amiche! Sì, perché ogni giorno sto insieme a loro nelle stories; mi chiedono consigli in direct, mi scrivono anche su whatsapp tenendomi sempre aggiornata sui loro progressi. 

Cerco di non parlare sempre di fitness, anche perché, dopo un po’, risulta noioso anche per me. Non esistono solo addominali scolpiti, grazie al cielo…

6) Quale è la domanda che le allieve ti rivolgono più spesso?

“Fede ho trovato il coraggio di scriverti”. Questo mi fa capire quante persone vivano male il fitness e si sentano inadeguate nei confronti di un mondo che ci vuole non solo perfette a tutti i costi, ma anche atlete! Mi dicono anche di odiare la location “palestra” e di aiutarle ovviamente a perdere qualche kg. Non sono domande, sono proprio richieste di aiuto. 

7) Quali sono i tre consigli perfetti per chi vuole alzarsi dal divano e iniziare a volersi bene?

Se riesci a trovare l’allenamento che non ti pesa e che fai con piacere lasciandoti una sensazione di benessere, hai scoperto il segreto dei segreti. Se fai allenamenti massacranti quanto potrai resistere? Due settimane? Un mese? Devi iniziare ascoltando il tuo corpo, andando con gradualità senza aver fretta. I risultati arriveranno senza che tu te ne accorga. 

In sintesi: 

  • fare un allenamento che sia giusto per il tuo livello fitness
  • avere pazienza
  • avere obiettivi piccoli per poi alzare l’asticella poco alla volta. 

8) Come sai sono una mamma di gemelli con un post operatorio da diastasi addominale: raccontaci come si affronta a livello tecnico questo tipo particolare di allieva

La diastasi è un disagio per molte donne non solo estetico. Quando la separazione dei retti addominali è molto pronunciata può provocare spiacevoli conseguenze come lombalgie, problemi di incontinenza, disturbi digestivi. Nel caso di diastasi minima si può lavorare con esercizi posturali e che rinforzano la muscolatura generale. Gli esercizi per la tonificazione addominale dovranno essere “dolci” e con poche ripetizioni. 

9) Perché le schede personalizzate sono importanti?

La videoscheda personalizzata è un video allenamento che costruisco in base alle esigenze della persona. Ciò che è difficile per me, può essere impossibile per qualcun altro e bisogna rispettare le differenze. Consiglio la videoscheda personalizzata soprattutto per chi ha patologie di vario genere. 

Anche le videoschede standard disponibili sullo shop informaconfede.com sono state comunque studiate per preservare la salute di ginocchia, collo e colonna vertebrale.

10) Quale è la domanda che avresti voluto ricevere da parte mia e quale risposta mi avresti dato?

Fede la tua ginnastica mi fa bella? Certo! Le mie antiallieve sono contente perché entrano nei jeans che non mettevano più. Tra parentesi: Drena e sgonfia è una bomba per chi soffre di ritenzione idrica ed i walking mix sono eccezionali per i bruciare i grassi e minimizzare la cellulite. 

Detto ciò, io sono ancora più felice di loro quando mi dicono di aver iniziato ad amare il movimento, proprio coloro che dicevano, prima di allenarsi con me, di odiare la palestra…

WP Premium Plugin